Header Ads

La Palude Rock degli ZAGREB



Palude rappresenta emozioni e situazioni di vita stagnanti dove le idee, le novità e le emozioni fanno fatica ad emergere.
Loro sono gli Zagreb, band attiva nella scena underground e a parlarci dei loro progetti (passati e futuri) è Alessandro Novello, voce e chitarra di Zagreb.

Raccontateci l'avventura nel dar vita a "Palude", album uscito a Gennaio.

Palude è il nostro nuovo disco uscito per Alka Record Label il 26 Gennaio 2018. Nasce durante il tour del nostro primo disco “Fantasmi ubriachi” e rappresenta un vero e proprio sfogo emozionale nei confronti della società che stiamo vivendo: una società fatta di enormi difficoltà,il lavoro, le pazzie, gli amori pesanti…una società in cui la comunicazione diventa sempre più rara e a tratti scontata. Una Palude insomma, dove gli individui vagano spesso senza grandi aspettative, galleggiando.
La Palude per noi rimane comunque un’immagine positiva perché crediamo che dal fondo si possa riemergere: crediamo nella fatica, nella fantasia, nelle abilità residue…crediamo che anche dal fango si riesca a creare e costruire qualcosa di bello e colorato, così come per la musica.  Tutto ciò è fondamentale per la realizzazione di un progetto importante.
Palude è stato prodotto all’Animal House Studio di Ferrara sotto la preziosa supervisione di Federico Viola e Michele Guberti: due mesi estivi assai intensi in cui abbiamo sperimentato con nuove sonorità, linee corali, elettronica, tutto in una situazione molto rilassata e soprattutto vera. Zagreb in questo disco si è davvero lasciato trascinare dalle parole, dai ritmi e dai consigli…la contaminazione per noi è fondamentale.

"Nel buio" ha anticipato l'uscita del disco. Cosa rappresenta?

Palude è composta da 10 brani e assieme ai produttori abbiamo deciso di uscire con “Nel buio” come primo singolo: raccontare un testo o un’emozione è difficile, per questo amiamo quando la gente ci racconta che attraverso certe canzoni si sono costruiti delle storie, senza troppo dare spiegazioni o significati.
“Nel buio”, nonostante abbia un suono molto fresco e gioioso, è un brano che parla di violenza, un viaggio molto delicato dentro una mente instabile che fa del suo amore una tragedia. Un momento di follia che esplode, una sorte di gioia immensa che sfocia nell’assurdo.

Come sono cambiati gli Zagreb da quando si sono formati?

Zagreb è figlio di anni e anni  di dischi e concerti in progetti vari. Ognuno di noi arriva da esperienze di diverse: c’è chi arriva dal blues, chi dal grunge, chi dal rock, chi dal punk. Il segreto per noi è stato trovarci e mettere assieme tutti i pezzi e colori, sfumature comprese.
Sono ben 4 anni che viviamo assieme, che condividiamo tutto, che litighiamo e ci confrontiamo per qualsiasi cosa: l’amicizia è importante.
Abbiamo imparato ad ascoltarci e sfruttiamo le pause nei viaggi o in sala prove per decidere assieme tutti i passi da compiere.
Eravamo 4 ragazzi con la voglia di fare canzoni, nulla di complesso, volevamo arrivare alla gente….abbiamo iniziato a scrivere “milioni” di parole e riff, abbiamo cercato la gente giusta per realizzare questo nostro progetto ed eccoci qui…sempre più affamati di rock.

Aspettative e previsioni per "L'inverno addosso tour".

Beh le aspettative sono sempre ai massimi livelli e speriamo di ottenere grandi soddisfazioni….già qualcosa si muove e siamo felici.
“L’Inverno addosso tour” ci porterà un bel po’ in giro per il Paese, sinceramente non tanto quanto avremmo voluto: per noi suonare live è vitale, non possiamo farne a meno, e ci piacerebbe farlo di continuo, senza sosta, magari fare solo quello! E’ proprio durante una performance dal vivo che diamo il meglio di noi, ed è  sopra al palco che buttiamo fuori tutto e in qualche modo raccontiamo fino in fondo i nostri Fantasmi e le nostre Paludi.
Qui le date già fissate del tour, il calendario è sempre in aggiornamento, per cui se siete in giro venite a trovarci:
27.01.2018 ROSA’ (VI) – Vinile
17.02.2018 ABANO (PD) – I’m Lab 
23.02.2018 S.MARTINO DI LUPARI (PD) – Bistrock              
02.03.2018 MILANO – Spazio Ligeria    
09.03.2018 ROMA – Contestaccio         
10.03.2018 MATERA – Absolute Cafè
11.03.2018 FERRARA – Blackstar
24.03.2018 RESANA (PD) – Ca’ San Barto
31.03.2018 UDINE – All in
07.04.2018 AREZZO – tcb
13.04.2018 ABBAZIA PISANI (PD) – Ricky’s Pub
20.04.2018 VERONA – Bar the Brothers
13.05.2018 TREBASELEGHE (PD) – Goto storto
25.05.2018 CASTELFRANCO VENETO (TV) – La Stazionetta

Zagreb è:
Alessandro Novello, voce-parole-chitarra
Ermanno De Luchi, basso
Alessandro Meneghello, chitarra e synth
Stefano Bonaldo, batteria




Nessun commento